• La Prima Fondazione Di Imprenditori Che Aiuta Giovani E Bambini In Difficoltà Tramite Il Lavoro E La Formazione

La vita dei bambini in difficolta cambia un centimetro alla volta ecco perche - Fondazione Angelo Affinita

La vita dei bambini in difficoltà cambia un centimetro alla volta. Ecco perché

  • 0

“Non so cosa dirvi davvero”.

Così comincia il discorso di Al Pacino in “Ogni maledetta domenica”.

Hai mai visto questo film?

La trama è molto semplice: è la storia di un allenatore storico della squadra di football di Miami.

Il coach è, nel film, in rotta con la società. Il testimone è passato dal padre e storico presidente degli Shark alla giovane figlie che ha idee molto diverse.

La partita più importante della stagione, quella nella quale queste parole vengono pronunciate, si gioca nel momento culminante della storia personale del personaggio interpretato da Pacino: è un trionfo. 

La partita e il suo discorso: “Non so cosa dirvi davvero”. 

E invece lo sapeva benissimo. Sapeva cosa dire e quando dirlo. La sua squadra doveva vincere quella partita. Doveva vincerla da squadra, non per la bravura dei singoli.

Doveva “scalare le pareti dell’inferno un centimetro alla volta”.

Perché, ti chiederai, ti sto parlando di questo film?

Perché per la storia che ti sto raccontando oggi, per quello che oggi ti voglio dire con il cuore nelle mani, non c’è nient’altro da aggiungere alla frase:

“Noi dobbiamo scalare le pareti dell’inferno un centimetro alla volta”.

E così crederci, crederci per tutto il tempo. Crederci meravigliosamente. Credere in qualcosa che per tutti è impossibile.

Dobbiamo riuscirci insieme, è questo lo spirito della nostra Fondazione Angelo Affinita.

Grazie alla nostra Fondazione infatti il tuo contributo è arrivato dappertutto.

È arrivato tra i disperati del Brasile, è arrivato alle donne coraggiose della Casa di Rut e della cooperativa New Hope, donne che, una volta finito il loro percorso di guarigione fisica e psicologica, possono ricominciare una vita nuova con una professione nuova.

Arriva, ed è qui che si ferma il mio viaggio: AI BAMBINI.

Quei bambini delle vie peggiori di Napoli, quei bambini a cui nessuno pensa.

Noi consideriamo infatti di primaria e vitale importanza agire nel nostro territorio, qui in Campania. Per questa ragione è nato il Mammutbus. Uno dei progetti più belli finanziati dalla Fondazione!

Il Mammutbus è infatti un progetto del Centro Territoriale Mammut di Napoli dedicato esclusivamente ai bambini, al loro futuro e alla loro vita. Un progetto nato per favorire lo scambio e l’integrazione fra più quartieri attraverso il gioco.

È una cosa molto semplice e insieme estremamente complessa: stiamo parlando di un Ludobus, un autobus che trasporta giochi e tutto il necessario per feste di piazza e percorsi formativi.

Così, con il gioco, ci proponiamo di insegnare ai bambini una via di sviluppo diversa. Partendo dalla strada, rendendola un luogo di festa e formazione. 

Il Centro Territoriale Mammut ha già coinvolto cinque scuole e più di duecento bambini da quando è stato acquistato il camper e promosso decine di laboratori artistici e didattici nelle scuole.

Ha organizzato feste di piazza, portato la formazione sulla strada, quella strada da cui i bambini, per imparare, non possono e non vogliono staccarsi.

Abbiamo inaugurato, in questi anni di finanziamento del Centro Territoriale Mammut anche il nuovo Barrito dei bambini, un giornale scritto dai piccoli per i piccoli, che ha sede a Scampia.

Anche questo centimetro, tutti questi centimetri servono alla formazione delle nuove leve del nostro paese, anche con un giornale o un camper pieno zeppo di giocattoli. È da qui che parte il bene, dal nostro territorio, dai nostri ragazzi.

Noi della Fondazione Angelo Affinita siamo convinti che giocando si possa cambiare il mondo. Ti chiedo quindi quello che ti chiedo sempre: ti chiedo di provare a farlo con noi.

Perché?

Perché dobbiamo essere noi, tutti insieme a riappropriarci di quel centimetro, di quel centimetro così difficile, così vitale.

Per questo il Centro territoriale si è dedicato in questi anni non solo alla creazione di modelli educativi, non solo ai problemi del quartiere, ma anche e soprattutto a elaborare un nuovo modello di socialità sostenibile. 

Cos’altro ci serve?

Niente, solo un altro centimetro: IL TUO. 

Angelo Affinita diceva sempre “È l’uomo che fa la differenza”.

Vogliamo provare – INSIEME – a fare la differenza? CLICCA QUI. Si aprirà una pagina dove potrai dare il tuo contributo decisivo per i progetti della Fondazione, scegliere come aiutarci tramite una donazione libera o tramite l’acquisto del libro dedicato ad Angelo Affinita.

Se sei un imprenditore, troverai anche l’opportunità di essere contattato direttamente dalla Fondazione e scoprire come fare crescere la tua azienda aiutando il prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.