• La Prima Fondazione Di Imprenditori Che Aiuta Giovani E Bambini In Difficoltà Tramite Il Lavoro E La Formazione

Quando sono i bambini a scendere i piazza succedono cose che mai ti saresti immaginato…

  • 0

Quando sono i bambini a scendere i piazza succedono cose che mai ti saresti immaginato - Fondazione Angelo Affinita 9

È la seconda volta che il Mammut parte da Scampia e arriva nelle nostre zone, ma domenica ad Arienzo è stato diverso.

All’inizio c’erano pochi timidi bambini, che ti guardavano con stupore e anche con timore, non abituati a vedersi offrire qualcosa di gratuito, pensato per loro.
Spiegare che dovevano fare un disegno e che in cambio avrebbero guadagnato dei soldi (finti, chiaramente), con cui potevano pagare le varie postazioni e giocare, non è stato facile, ma è stata un’emozione fortissima, vederli “guadagnarsi” un gioco che li rendeva felici.

Poi la piazza si è riempita di bambini di tutte le età e delle più diverse estrazioni, tutti insieme, si divertivano con vecchi copertoni di auto, barattoli colorati, un uovo da reggere su un cucchiaio, flipper rudimentali di legno, un cartone con un asino a cui dovevano attaccare la coda.
Si vedeva che non erano abituati a vivere la piazza, a giocare tutti insieme, ma, come fanno i bambini, hanno impiegato pochi minuti per diventare i padroni indiscussi della piazza.

Quando sono i bambini a scendere i piazza succedono cose che mai ti saresti immaginato - Fondazione Angelo Affinita 4

Quando sono i bambini a scendere i piazza succedono cose che mai ti saresti immaginato - Fondazione Angelo Affinita 2

Quando sono i bambini a scendere i piazza succedono cose che mai ti saresti immaginato - Fondazione Angelo Affinita 5

Questo è Mammut, la scoperta che si può essere felici con poco, ma anche gioco educativo (“guadagnarsi” la possibilità di accedere ad un gioco).
C’era anche un premio per i primi 6 che completavano il percorso: entrare nel camper, il Mammutbus, ad ascoltare una storia, di paura, di magia, non lo so: è stato bellissimo vedere dei ragazzini, che giocavano a fare i “duri”, tipo “che sono queste sciocchezze da piccoli”, mettersi con l’orecchio puntato al camper, di nascosto, a cercare di cogliere qualche parola della storia.

E poi venire da me, loro che si erano rifiutati di giocare, a chiedere se domenica prossima saremmo stati di nuovo lì.

Ma il Mammut è anche Argentina, animatrice, che mi spiega quali sono le tecniche per coinvolgere i ragazzi un po’ “difficili”, gli stessi che prima di andarsene vanno ad abbracciarla, come se la conoscessero da anni.

Quando sono i bambini a scendere i piazza succedono cose che mai ti saresti immaginato - Fondazione Angelo Affinita 3

Quando sono i bambini a scendere i piazza succedono cose che mai ti saresti immaginato - Fondazione Angelo Affinita 6

Quando sono i bambini a scendere i piazza succedono cose che mai ti saresti immaginato - Fondazione Angelo Affinita 8

Il Mammut sono le ragazze e i ragazzi che vengono da me, che ho un cappellino della Fondazione, per ringraziarmi, hanno fatto il corso di animatore di strada e danno un volto a quello che facciamo.

All’una eravamo ancora tutti in piazza, con tantissimi bambini che non volevano farci andare via.

Una domenica speciale, diversa, sembra un po’ uno slogan, ma lo è stata davvero. Vuoi contribuire a questa magia? Aiuta i bambini a scendere nelle piazze a partire da qui, con una semplice donazione!

PS: il Sindaco ha già preso accordi con il Mammut, li chiamerà a Natale, e poi in Primavera… e questo per loro è lavoro!

Giovanni Affinita

Quando sono i bambini a scendere i piazza succedono cose che mai ti saresti immaginato - Fondazione Angelo Affinita 7

2 commenti
  • Anna Di Cesare
    RISPOSTA

    È stata un momento di aggregazione molto Positivo teso alla socializzazione di bambini di estrazione diversa che si sono sentiti per un giorno protagonisti e liberi di esprimersi secondo le loro capacità. Complimenti alla Fondazione e a Mammutbus

  • Anna Di Cesare Megna
    RISPOSTA

    È stata una manifestazione molto positiva perché ha favorito l’aggressione sociale di bambini che si sono sentiti liberi di esprimersi secondo le loro possibilità. Complimenti alla Fondazione e a Mammut.

Lascia un commento a Anna Di Cesare Cancella il commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.